Music World
Добро пожаловать, Гость. Пожалуйста, войдите или зарегистрируйтесь.
   
  Забыли пароль?
 
Исполнители:
 
 
 
English versionSwitch to English 
Alfie Boe
Alfie Boe


Информация
Настоящее имя Alfred Giovanni Roncalli Boe
Откуда Fleetwood, Lancashire, England
Жанры Operatic Pop
Crossover
Годы 2006—н.в.
Лейблы EMI Classics
См. также The Clint Boon Experience
Сайт Website



Music World  →  Тексты песен  →  A  →  Alfie Boe  →  Дискография  →  La Passione

Альбом Alfie Boe



12.11.2007
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
Maria Mari'
13.
Munasterio' E Santa Chiara
14.
15.
Feneste Che Lucive
. . .


Qui dove il mare luccica e tira forte il vento
Su una vecchia terrazza davanti al golfo di Surriento
Un uomo abbraccia una ragazza dopo che aveva pianto
Poi si schiarisce la voce e ricomincia il canto
Te voglio bene assaie ma tanto bene sai
É una catena ormai che scioglie il sangue dint'e vene sai

Vide le luci in mezzo al mare pensó alle notti lá in America
Ma erano solo le lampare e la bianca scia di un'elica
Sentí il dolore nella musica si alzó dal pianoforte
Ma quando vide la luna uscire da un nuvola
Gli sembró piú dolce anche la morte
Guardó negli occhi la ragazza quegli occhi verdi come il mare
Poi all'improvviso uscí una lacrima e lui credette di affogare
Te voglio bene assaie ma tanto tanto bene sai
É una catena ormai che scioglie il sangue dint'e vene sai

Potenza della lircica dove ogni dramma é un falso
Che con un pó di trucco e con la mimica puoi diventare un altro
Ma due occhi che ti guardano cosí vicini e veri
Ti fan scordare le parole confondono i pensieri
Cosí diventa tutto piccolo anche le nottie lá in America
Ti volti e vedi la tua vita come lá scia di un'elica
Ma si é la vita che finisce ma lui non ci pensó poi tanto
Anzi si sentiva giá felice e ricominció il suo canto
Te voglio bene assaie ma tanto tanto bene sai
É una catena ormai che scioglie il sangue dint'e vene sai
Te voglio bene assaie ma tanto tanto bene sai
É una catena ormai che scioglie il sangue dint'e vene sai

. . .


Vide 'o mare quant'è bello
Spira tantu sentimento
Comme tu a chi tiene mente
Ca scetato 'o faie sunnà

Guarda gua' chistu ciardino
Siente sie' sti sciure arance
Nu profumo accussi fino
Dinto 'o core se ne va…

E tu dice "I' parto addio"
T'alluntane da stu core…
Da sta terra de l'ammore…
Tiene 'o core 'e nun turnà?

Ma nun me lassà
Nun darme stu turmiento
Torna a Surriento
famme campà

Vide 'o mare de Surriento
che tesoro tene nfunno
chi ha girato tutto 'o munno
nun l'ha visto comm'a ccà

Guarda attuorno sti Sserene
ca te guardano 'ncantate
e te vonno tantu bene
Te vulessero vasà

E tu dice "I' parto addio"
T'alluntane da stu core
Da sta terra de l'ammore
Tiene 'o core 'e nun turnà?

Ma nun me lassà
Nun darme stu turmiento
Torna a Surriento
Famme campà

Torna a Surriento
Famme campà

. . .


Jammo jammo
'ncoppa jammo ja'
Jammo jammo
'ncoppa jammo ja'
Funiculi - funicula
funiculi - funicula
'Ncoppa jammo ja'
funiculi funicula

Aissera Nannine' mme ne sagliette
tu saje addo
(Tu saje addo)

Addo 'sto core 'ngrato cchiu dispiette
farme nun po
(Farme nun po!)

Addo Io ffuoco coce ma si fuje
te lassa sta
(Te lassa sta)

E nun te corre appriesso e nun te struje
sulo a guarda
(Sulo a guarda)

Jammo jammo ecc

Se n'e sagliuta oje ne se n'e sagliuta
la capa gia
(la capa gia)

E' ghiuta po' e tornata po' e venuta
sta sempre cca
(Sta sempre cca)

La capa vota vota attuorno attuorno
attuorno a te
(Attuorno a te)

Lo core canta sempe no taluorno
sposammo oje ne'
(Sposammo oje ne')

Jammo jammo ecc

. . .


Sì comm'a nu sciorillo
tu tiene na vucchella
nu poco pocorillo appassuliatella
Meh dammillo dammillo

è comm'a na rusella
dammillo nu vasillo
dammillo Cannetella!

Dammillo e pigliatillo
nu vaso piccerillo
comm'a chesta vucchella
che pare na rusella
nu poco pocorillo appassuliatella

. . .


Che bella cosa na jurnata 'e sole
n'aria serena doppo na tempesta
Pe' ll'aria fresca pare gia' na festa
Che bella cosa na jurnata 'e sole

Ma n'atu sole
cchiu' bello oi ne'
'o sole mio
sta 'nfronte a te
o sole o sole mio
sta 'nfronte a te
sta 'nfronte a te

Lcene 'e llastre d'a fenesta toia
'na lavannara canta e se ne vanta
e pe' tramente torce spanne e canta
lcene 'e llastre d'a fenesta toia

Ma n'atu sole
cchiu' bello oi ne'
'o sole mio
sta 'nfronte a te
o sole o sole mio
sta 'nfronte a te
sta 'nfronte a te

Quanno fa notte e 'o sole se ne scenne
me vene quase 'na malincunia
sotto 'a fenesta toia restarria
quanno fa notte e 'o sole se ne scenne

Ma n'atu sole
cchiu' bello oi ne'
'o sole mio
sta 'nfronte a te
o sole o sole mio
sta 'nfronte a te
sta 'nfronte a te

. . .


Cchiù luntano me staje,
Cchiù vicino te sento...

Chi sa a chistu mumento
Tu a che pienze... che ffaie!...
Tu m'hé miso 'int 'e vvene
Nu veleno ch' è ddoce...
Num me pesa sta croce
Ca trascino pe' te...

Te voglio... te penso... te chiammo...
Te veco... te sento... te sonno...
E n'anno
'Nce pienze ca è n'anno
Ca st'uocchie nun ponno
Cchiù pace truvàl...

E cammino... e cammino...
Ma nun saccio addò vaco...
I'sto sempre 'mbriaco
E nun bevo mai vino
Aggio fatto nu vuto
A' Madonna d' 'a Neve
Si me passa 'sta freve
Oro e perle lle dò...

. . .


Granada tierra sonada por mi
mi cantar se vuelve gitano
cuando es para ti
Mi cantar hecho de fantasia
mi cantar flor de melancolia
que yo te vengo a dar
Granada tierra ensangretada
en tardes de toros
mujer que conserva el embrujo
de los ojos moros
De sueno rebelde gitana
cubierta de flores
y beso tu boca de grana
jugosa manzana
que me habla de amores
Granada manola cantada
en coplas preciosas
no tengo otra cosa que darte
que un ramo de roas
de rosas de suave fragrancia
que le dieran marco a la Virgen morena
Granada tu tierra esta llena
de lindas mujere de sangre y de sol

. . .


Come sei bella più bella stasera Mariù
Splende un sorriso di stella negli occhi tuoi blu
Anche se avverso il destino domani sarà
Oggi ti sono vicino perchè sospirar non pensar

Parlami d'amore Mariù
Tutta la mia vita sei tu
Gli occhi tuoi belli brillano
Fiamme di sogno scintillano

Dimmi che illusione non è
Dimmi che sei tutta per me
Qui sul tuo cuor non soffro più
Parlami d'amore Mariù

Parlami d'amore Mariù

. . .


Quanno spònta la luna a Marechiare,
pure li pisce nce fanno a ll'ammore...
Se revòtano ll'onne de lu mare:
pè la prièzza càgnano culore...
Quanno sponta la luna a Marechiare
A Marechiare ce sta na fenesta:
la passiona mia ce tuzzulèa...
Nu garofano addora 'int'a na testa,
passa ll'acqua pè sotto e murmulèa...
A Marechiare ce sta na fenesta....

Chi dice ca li stelle sò lucente,
nun sape st'uocchie ca tu tiene 'nfronte!
Sti ddoje stelle li ssaccio ì sulamente:
dint'a lu core ne tengo li ppònte...
Chi dice ca li stelle sò lucente?
Scètate, Carulì, ca ll'aria è doce...
quanno maje tantu tiempo aggìaspettato?!
P'accumpagnà li suone cu la voce,
stasera na chitarra aggio purtato...
Scètate, Carulì, ca ll'aria è doce!...

. . .


Sul mare luccica
L'astro d'argento
Placida a l'onda
Prospero il vento
Sul mare luccica
L'astro d'argento
Placida a l'onda
Prospero il vento
Venite all'agile
Barchetta mia
Santa Lucia Santa Lucia
Venite all'agile
Barchetta mia
Santa Lucia Santa Lucia

O dolce Napoli
O suol beato
Ove sorridere
Volle il creato
O dolce Napoli
O suol beato
Ove sorridere
Volle il creato
Venite all'agile
Barchetta mia
Santa Lucia Santa Lucia
Venite all'agile
Barchetta mia
Santa Lucia Santa Lucia

. . .


Sotto un mondo di stelle
Roma bella mi appare
Solitario è il mio cuor
Disilluso d'amor vuol nell'ombra cantar

Una muta Fontana
E un balcone lassù
O chitarra romana accompagnami tu

Suona suona mia chitarra
Lascia piangere il mio cuore
Senza casa e senza amore
Mi rimani solo tu

Se la voce è un po' velata
Accompagnami in Sordina
La mia bella fornarina al balcone non c'è più

Lungotevere dorme
Mentre il fiume cammina
Io lo seguo per te
Mi trascina con se e travolge il mio cuore

Vedo un' ombra lontana
E una stella lassù
O chitarra romana accompagnami tu

Instrumental

Se la voce è un po' velata
Accompagnami in Sordina
La mia bella fornarina al balcone non c'è più

O chitarra romana accompagnami tu

. . .

Maria Mari'

[Нет текста]

. . .

Munasterio' E Santa Chiara

[Нет текста]

. . .


L'aurora di bianco vestita
Già l'uscio dischiude al gran sol
Di già con le rosee sue dita
Carezza de' fiori lo stuol
Commosso da un fremito arcano
Intorno il creato già par
E tu non ti desti ed invano
Mi sto qui dolente a cantar

Metti anche tu la veste bianca
E schiudi l'uscio al tuo cantor
Ove non sei la luce manca
Ove tu sei nasce l'amor

Commosso da un fremito arcano
Intorno il creato già par
E tu non ti desti ed invano
Mi sto qui dolente a cantar

Ove non sei la luce manca
Ove tu sei nasce l'amor

. . .

Feneste Che Lucive

[Нет текста]

. . .


комментарии публикуются при поддержке Disqus



© 2011 Music World. Все права сохранены.